segnaposto

Dolore oncologico La vostra salute

Informazioni su questa patologia

Informazioni sul dolore oncologico

Talvolta, il cancro e i trattamenti oncologici possono provocare dolore, da moderato a intenso. Se si soffre di dolori dovuti al cancro, è bene sapere che gestire il dolore è possibile.

Definizione

Il termine "cancro" si riferisce a molteplici patologie. Le persone affette da cancro possiedono, all'interno del proprio organismo, cellule anomale che si dividono in modo incontrollato, distruggendo i normali tessuti corporei. La patologia può diffondersi in tutto il corpo e a volte provocare dolore da moderato a intenso.


Cause

Sono molte le cause biologiche all'origine del dolore oncologico:

  • Trattamento oncologico, come chirurgia, radio- e chemioterapia
  • Cicatrici dovute a intervento chirurgico o a trattamento oncologico
  • Crescita o espansione del tumore in organi, nervi o altre parti del corpo

Sintomi

Il dolore oncologico rientra solitamente in una delle seguenti categorie:

  • Dolore nocicettivo: – causato da un danno ai tessuti corporei; in genere descritto come acuto, intenso o lancinante. Il dolore nocicettivo può essere dovuto alla diffusione del cancro a ossa, muscoli o articolazioni oppure all'ostruzione di un organo o di un vaso sanguigno;
  • Dolore neuropatico: – dovuto a un effettivo danno neurologico; spesso descritto come una sensazione di bruciore o pesantezza o intorpidimento. Il dolore neuropatico è causato dalla pressione esercitata dalla massa tumorale su un nervo o gruppo di nervi.

Diagnosi

Il medico può formulare una diagnosi di dolore oncologico se:

  • Il dolore non si risolve, nemmeno con l'assunzione di farmaci secondo prescrizione
  • Gli effetti collaterali ostacolano le attività quotidiane/riducono la qualità della vita

I contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all'altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.