Fibrillazione atriale

Fibrillazione atriale La vostra salute

Indicazioni per la terapia

Espandi tutto

Trattamento della fibrillazione atriale

Trattamento della fibrillazione atriale

Il trattamento della fibrillazione atriale riveste un ruolo fondamentale in quanto la malattia provoca sintomi sgradevoli come dispnea, spossatezza o debolezza e può provocare un ictus o uno scompenso cardiaco. Nel caso la fibrillazione atriale del paziente non risponda alla terapia farmacologica, il dottore può raccomandare la procedura di ablazione transcatetere.

L’ablazione transcatetere è adatta alle esigenze del paziente?

L’ablazione transcatetere è una procedura mini-invasiva che può costituire un trattamento per la fibrillazione atriale, alleviando i sintomi della patologia e migliorando la qualità della vita del paziente.
Per saperne di più


L’équipe medico-sanitaria

Il trattamento della fibrillazione atriale può essere affidato a medici specializzati in diverse discipline, ma gli elettrofisiologi (cardiologi specializzati nelle aritmie del battito cardiaco) sono in grado di eseguire le procedure di ablazione transcatetere. Il primo passo importante è quello di consultare il proprio medico curante.
Per saperne di più


La procedura: Che cosa aspettarsi

Nel caso il medico sia dell’opinione che l’ablazione transcatetere rappresenti il miglior trattamento per la fibrillazione atriale del paziente, quest’ultimo potrebbe avere domande su cosa aspettarsi prima, durante e dopo l’intervento.
Per saperne di più


Importante da ricordare

Per quanto l’ablazione transcatetere sia di beneficio a numerosi pazienti, i risultati possono variare. Come accade per qualsiasi procedura medica, anche l’ablazione transcatetere comporta dei rischi. Il medico può aiutare a decidere se l’ablazione transcatetere rappresenti la soluzione giusta.

È adatta alle tue esigenze?

L’équipe medico-sanitaria

La procedura: Cosa aspettarsi - Ablazione transcatetere

Storie personali


I contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all'altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.