Attività quotidiane – Monitor cardiaci impiantabili

Svenimento inspiegato La vostra salute

Vivere con la terapia

Attività quotidiane – Monitor cardiaci impiantabili

Chi possiede un monitor cardiaco impiantabile sa già che questo dispositivo permette di continuare a praticare quasi tutte le normali attività quotidiane. Sarà possibile nuotare, fare il bagno e praticare attività fisica senza temere di danneggiare il dispositivo. Il medico potrebbe consigliare al paziente di limitare determinate attività per via degli svenimenti inspiegati o fino alla guarigione del sito di incisione.

In genere, al momento dell'intervento il paziente riceve un manuale contenente la maggior parte delle informazioni che è necessario conoscere circa il monitor cardiaco impiantabile.

Compatibilità elettromagnetica

Qualsiasi oggetto che utilizzi elettricità produce un campo energetico elettromagnetico. L'interazione tra questi campi energetici e il monitor cardiaco è definita "compatibilità elettromagnetica".

Di norma, i campi energetici presenti negli ambienti quotidianamente frequentati sono deboli e non hanno alcun impatto sul monitor cardiaco impiantabile. Tuttavia, la presenza di forti campi energetici elettromagnetici può interferire transitoriamente sulla funzione di raccolta dati del dispositivo.

Di seguito sono illustrate alcune semplici linee guida su come evitare problemi di memorizzazione dei dati riconducibili alle interferenze che si verificano in alcune delle situazioni più comuni. In caso di ulteriori domande circa gli apparecchi elettrici e i loro possibili effetti sul monitor cardiaco impiantabile, si prega di consultare il proprio medico di fiducia.

Sistemi di screening per la sicurezza

Non si riportano interferenze degne di nota tra il monitor cardiaco impiantabile e i dispositivi di screening per la sicurezza presenti in aeroporti o tribunali, tuttavia i componenti metallici del monitor potrebbero attivare i metal detector. Può rendersi necessario esibire il proprio certificato di identificazione per dimostrare di essere portatore di impianto cardiaco e il paziente può richiedere di essere sottoposto in alternativa a perquisizione.

Telefoni cellulari e altri strumenti di comunicazione wireless

Tra gli strumenti di comunicazione wireless si menzionano i telefoni cellulari o cordless, i cercapersone, i palmari o altri computer portatili, i laptop con connessione Wi-Fi e i dispositivi Bluetooth. Questi strumenti possono interagire momentaneamente con il monitor cardiaco impiantabile e compromettere la memorizzazione dei dati.

Le interazioni con il dispositivo possono essere ridotte al minimo adottando le seguenti precauzioni:

  • Mantenere una distanza di almeno 15 cm tra l’apparecchiatura e il dispositivo impiantato
  • Usare il telefono cellulare accostandolo all’orecchio dal lato opposto al sito di impianto del dispositivo
  • Non tenere il telefono o altri dispositivi di trasmissione nel taschino o in una borsa a tracolla dal lato in cui è impiantato il monitor cardiaco poiché alcuni dispositivi emettono segnali anche quando non in uso

Sistemi antitaccheggio elettronici

Molti negozi e biblioteche sono dotati di dispositivi antitaccheggio elettronici. Per ridurre la probabilità che questi sistemi interferiscano con la memorizzazione dati del monitor cardiaco è importante evitare un’esposizione prolungata, oltrepassando i varchi a un’andatura normale.

Ambiente domestico

La maggior parte delle apparecchiature elettriche presenti nell'ambiente domestico, come elettrodomestici, forni a microonde, apparecchi per la cura e la pulizia della persona e altri utensili non influisce sul funzionamento del monitor cardiaco impiantabile.

Se si utilizzano piani cottura a induzione, il monitor cardiaco deve essere mantenuto a una distanza di almeno 60 cm dalla fonte di calore accesa. Gli elementi riscaldanti tradizionali non producono effetti sulla funzione di memorizzazione dati del dispositivo.

Apparecchiature industriali

Se il paziente utilizza o lavora vicino a determinate apparecchiature industriali quali ad esempio macchine per la saldatura elettrica ad arco, centrali elettriche, linee di trasmissione o altre sorgenti di corrente elettrica ad alta intensità, la memorizzazione dati del monitor cardiaco impiantabile può essere compromessa.

È importante descrivere al medico il proprio ambiente di lavoro affinché possa fornire consigli utili per ridurre al minimo le interferenze.

Procedure mediche e ortodontiche

Se si possiede un monitor cardiaco impiantabile è di fondamentale importanza informare il medico o il dentista al riguardo. La presenza del dispositivo non impedisce di sottoporsi a procedure mediche e ortodontiche. Se si prendono le dovute precauzioni, la maggior parte degli interventi non interferirà con il funzionamento del monitor cardiaco impiantabile.

Tuttavia, alcune procedure mediche possono compromettere momentaneamente la funzione di memorizzazione dati del dispositivo. Prima di sottoporsi a determinate procedure, potrebbe essere pertanto necessario scaricare le informazioni registrate dal monitor cardiaco. Tali percorsi sono:

  • Radioterapia
  • Elettrocauterizzazione
  • Stimolazione elettrica transcutanea del nervo (TENS)
  • Risonanza magnetica (RM)

Radiotrasmettitori

Per quanto riguarda i dispositivi che trasmettono tramite antenna, si consiglia di mantenere una distanza minima di sicurezza tra l'antenna dell'apparecchio e il monitor cardiaco impiantabile.

Di seguito sono elencate alcune tipologie di radiotrasmettitore che possono compromettere la funzione di raccolta dati del dispositivo e le relative distanze minime di sicurezza:

  • Trasmettitori a due vie – tenersi almeno a 15 cm di distanza
  • Trasmettitori portatili – tenersi almeno a 30 cm di distanza
  • Trasmettitori amatoriali – tenersi almeno a 3 m di distanza

In caso di ulteriori domande circa gli apparecchi elettrici e i loro possibili effetti sul monitor cardiaco impiantabile, consultare il Manuale del paziente o il proprio medico.


I contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all'altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.