CARDIOLOGIA: MIGLIORAMENTO DEI RISULTATI E RIDUZIONE DEI COSTI

Innovazione Significativa: servizi e gestione integrata di Medtronic

Medtronic Care Management

Le malattie cardiovascolari (CVD - Cardiovascular Diseases), che comprendono insufficienza cardiaca, aritmia e disturbi valvolari, stanno esigendo un tributo enorme dalle persone in tutto il mondo. Le statistiche dell'Organizzazione Mondiale della Sanità le classificano come la prima causa di decesso a livello mondiale. Nel 2012, secondo alcune stime, circa 17,5 milioni di persone sono decedute a causa di CVD, rappresentando il 31% di tutti i decessi globali. Oltre tre quarti dei decessi da CVD si verificano nei paesi a basso e medio reddito.1

Nei paesi più sviluppati le malattie cardiache sono la causa principale di decesso sia per gli uomini che per le donne,1 con un notevole impatto sul sistema sanitario americano. In base alle informazioni dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie:

  • Circa 610.000 americani muoiono ogni anno a causa di malattie.cardiache. Ciò significa un decesso su quattro.2
  • In media una persona ha un problema cardiaco ogni 43 secondi e ogni minuto qualcuno muore a causa di un evento correlato a malattie cardiache.2
  • La sola malattia coronarica costa agli Stati Uniti quasi 109 miliardi di dollari (USD) ogni anno.2 Questo comprende il costo dei servizi sanitari, i farmaci e la produttività persa.

Circa 610.000 americani muoiono ogni anno a causa di malattie cardiache.

 

Circa 610.000 americani muoiono ogni anno a causa di malattie cardiache. Ciò significa un decesso su quattro.2


L'insufficienza cardiaca, in particolare, costringe al pronto soccorso molti anziani, con frequenti ricoveri. L'invecchiamento demografico rende il problema sempre più diffuso e oneroso. Secondo l'American Heart Association, il numero di persone affette da insufficienza cardiaca negli Stati Uniti potrebbe aumentare del 46%; da 5 milioni nel 2012 a 8 milioni nel 2030. I costi diretti e indiretti per il trattamento dell'insufficienza cardiaca potrebbero aumentare più del doppio; da 30 miliardi di euro nel 2012 a 67,5 miliardi di euro nel 2030.3

E se i pazienti affetti da insufficienza cardiaca potessero essere più sani e non presentarsi in ospedale grazie all’uso della tecnologia, al coinvolgimento del paziente, ai dati connessi e ai coordinatori sanitari personali per valutare un rischio precoce? E se ciò fosse stato implementato mirando all'accrescimento e al miglioramento dei percorsi clinici dello standard di cura? I Servizi di gestione della cura di Medtronic stanno erogando servizi su tutti i fronti, oggi.


grafico dei costi dell'insufficienza cardiaca

 

I costi diretti e indiretti per il trattamento dell'insufficienza cardiaca potrebbero aumentare più del doppio; da 30 miliardi di euro nel 2012 a 67,5 miliardi di euro nel 2030.3


UN PERCOSRO DI CURA, CON IL PAZIENTE A CASA

Il Servizio di Medtronic è stato ideato per sostenere e aumentare gli ospedali e i migliorando la gestione della cura delle persone affette da cardiopatie e da altre problematiche di salute di natura cronica. Molti sono ritornati a casa dopo una degenza in ospedale causata da un episodio cardiaco. Medtronic dota tali persone di un sistema di acquisizione dei dati e di coinvolgimento del paziente specificatamente progettato per consentire un supporto ottimale di gestione della malattia.

Ogni mattina, la persona affetta da insufficienza cardiaca viene coinvolta in un’esperienza di monitoraggio remoto personalizzata in base al proprio stato medico specifico. I dati relativi alla biometrica, ai sintomi e di altra natura vengono acquisiti e analizzati senza soluzione di continuità utilizzando analisi predittive. Cambiamenti notevoli nello stato di salute vengono comunicati a un medico e viene avviato un processo a circuito chiuso.

Questi importanti approfondimenti aiutano le infermiere come Deloney a prestare servizio come connessioni vitali tra i pazienti e i relativi fornitori di assistenza sanitaria. “Ciò viene considerato come un’estensione di un ricovero ospedaliero, nell'ambito della quale i pazienti ricevono dapprima una diagnosi di insufficienza cardiaca o di altra malattia cronica,” afferma Deloney. “Una volta ritornati a casa, siamo in grado di monitorare le loro condizioni di salute e istruirli, rafforzando ciò che hanno appreso nella struttura ospedaliera. Più i pazienti imparano, più sono in grado di gestire le loro condizioni”.


Il numero di persone negli Stati Uniti affette da insufficienza cardiaca

 

Il numero di persone affette negli Stati Uniti da insufficienza cardiaca potrebbe aumentare del 46%, da 5 milioni nel 2012 a 8 milioni nel 2030.3


VALORE DELL’ASSISTENZA SANITARIA 

Le soluzioni di monitoraggio remoto quali i Servizi di Medtronic, possono aiutare le persone affette da insufficienza cardiaca a ridurre i viaggi di ritorno verso l’ospedale e a contribuire a rimuovere i costi dal sistema.

“I Servizi di Medtronic riguardano il miglioramento della qualità della vita di un paziente e dei risultati di salute”, afferma Sheri Dodd, VP e Direttore generale di Medtronic. “Questo viene realizzato diminuendo l’uso non necessario dell'assistenza sanitaria, il che presenta un vantaggio per i pazienti. Presenta altresì un vantaggio per gli ospedali, i contribuenti e i medici”.

Siamo impegnati nel collaborare con gli operatori sanitari e tutti gli stakeholder per offrire un valoe tangibile al sistema sanitario.

“Penso che si sia trattato di una collaborazione fin dall’inizio”, afferma Mark Stampehl, M.D., Direttore sanitario del Reparto di Insufficienza cardiaca, Prairie Heart Institute, HSHS St. John Hospital a Spingfield, Ill, che si avvale del Servizio Medtronic. “Non è come se stessimo solo acquistando un servizio o stipulando un contratto per uno strumento. Abbiamo di fatto lavorato con Medtronic da quando ha iniziato a sviluppare lo strumento e a rifinire le modalità di utilizzo”.

Al St. John, dove sono stati registrati quasi 850 pazienti ai Servizi di Medtronic, l’ospedale ha registrato un tasso di ricoveri ripetuti della durata di 30 giorni nell'arco di 36 mesi pari al 12,9 percento, 48 percento in meno rispetto alla media nazionale.4

“Ciò che possiamo dire è che tutti, quasi a livello universale, hanno riscontrato una qualità della vita maggiore come conseguenza delle cure ricevute attraverso il programma,” afferma il Dott. Stampehl. Il servizio ha funzionato talmente bene che il St. John lo sta espandendo a pazienti ambulatoriali ad alto rischio, nella speranza di eliminare la necessità di presentarsi al pronto soccorso o essere ricoverati.


Ricoveri ripetuti presso il HSHS St John

 

I ricoveri ripetuti della durata di 30 giorni presso il HSHS St. John sono del 48% inferiori rispetto alla media nazionale.4


EFFICIENZE AZIENDALI 

Il Servizio di Medtronic è utilizzato da 85.000 pazienti in 50 stati degli Stati Uniti e presenta più di 3 milioni di pazienti in telemedicina sin dall’inizio del servizio.

Il nostro Servizio dimostra il nostro impegno nel fornire assistenza sanitaria basata sul valore: una cura del paziente collaborativa, integrata e di elevata qualità a costi totali ridotti per il sistema sanitario.


85.000 pazienti

 

85.000 pazienti in 50 stati degli Stati Uniti utilizzano il Servizio di Medtronic.


ALLINEAMENTO DEL VALORE DELL’ASSISTENZA SANITARIA

Le partnership come quella tra l’HSHS St. John e i Servizi di gestione della cura di Medtronic contribuiscono a tenere i costi al di fuori del sistema sanitario, facendo rimanere i pazienti a casa.

L’allineamento del valore nell'assistenza sanitaria è un modo coscienzioso per realizzare migliori risultati per il paziente gestendo al contempo i costi. Si tratta di un passo positivo verso il futuro dell’assistenza sanitaria, che possiamo intraprendere “Further, Together”.


BIBLIOGRAFIA

1

Prospetto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: Malattie cardiovascolari (CVD). Aggiornato a gennaio 2015.http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs317/en/. Accesso effettuato il 10 settembre 2015.

2

Heart Disease Fact Sheet, Centers for Disease Control and Prevention, (CDC). http://www.cdc.gov/dhdsp/data_statistics/fact_sheets/docs/fs_heart_disease.pdf. Accesso effettuato il 10 settembre 2015.

3

Previsione dell’impatto dell’insufficienza cardiaca negli Stati Uniti: Un’informativa dall’American Heart Association. Circolazione: Insufficienza cardiaca 2013; 6: 606-619.http://circheartfailure.ahajournals.org/content/6/3/606.full.pdf+html. Accesso effettuato il 10 settembre 2015.

4

Hospital Sisters Health System, Case Study: Transforming Health Care Delivery Through Care Integration, October 2013.