Il leggendario co-fondatore di Medtronic si è spento alle Hawaii.

Celebrando Earl Bakken

Il leggendario co-fondatore di Medtronic si è spento alle Hawaii.

 

Omar Ishrak e Earl Bakken posano con il sistema di pacing transcatetere Micra

Omar Ishrak e Earl Bakken


Il co-fondatore di Medtronic Earl E. Bakken, pioniere nella tecnologia medica e le cui invenzioni hanno cambiato la vita di milioni di persone al mondo, si è spento domenica alle Hawaii. Aveva 94 anni. 

“Tutti noi di Medtronic siamo rattristati dalla notizia della scomparsa di Earl” ha detto Omar Ishrak, Chairman e CEO di Medtronic. “Earl era un vero pioniere della sanità e la sua idea di usare la tecnologia per aiutare le persone ci ispira ancora oggi. Abbiamo il privilegio di proseguire il lavoro che lui ha iniziato oltre 60 anni fa tenendo a mente i sei principi della Mission che lui stesso ha concepito.”

Earl era un vero pioniere nella salute.

– Omar Ishrak
Il garage a Minneapolis dove Medtronic ha avuto inizio.

Il garage in cui Medtronic ha avuto inizio


Bakken trasformò il fascino giovanile per l'elettricità in Medtronic, la più grande società di dispositivi medici al mondo. Assieme a suo cognato, Palmer J. Hermundslie, Bakken ha fondato la società, che è cresciuta partendo dallo svolgimento delle attività in un garage a Minneapolis fino a diventare una società multinazionale di tecnologie mediche. Alla fine degli anni cinquanta Bakken ha sviluppato il primo pacemaker esterno, indossabile, a batteria e transistorizzato e, negli anni sessanta, ha commercializzato il primo pacemaker impiantabile. Da quel momento Medtronic è cresciuta rapidamente; oggi i suoi prodotti e dispositivi medici migliorano la vita di due persone al secondo.

E tutto questo ha avuto inizio perchè da giovane Earl Bakken era affascinato da Frankenstein.

Avevo uno zio che faceva l'elettricista e che continuava a dire a mia mamma: 'devi far smettere a quel bambino di giocare con l'elettricità, finirà per farsi male'.

– Earl Bakken
L'85esimo compleanno di Earl Bakken festeggiato presso lo storico Heights Theater di Columbia Heights, Minnesota il 2 Dicembre 2008.

Lo storico Heights Theatre di Columbia Heights in 2008


All'inizio degli anni trenta, quando aveva 8 anni, Bakken e il suo amico andavano al cinema tutti i sabato mattina al Heights Theatre di Columbia Heights - Minnesota, non tanto distante dall'attuale sede operativa di Medtronic.

Ricordò più volte di essere rimasto affascinato dall'interpretazione dello scenziato pazzo di Colin Clive. “Ciò che mi incuriosii di più, dopo aver visto questo film tante volte,” ricordò in seguito Bakken, “fu la scintilla creativa dell'elettricità del Dott. Frankenstein. Attraverso il potere della attrezzatura del suo laboratorio che lampeggiava all'impazzata, il dottore ha ridato la vita al non-vivente.”

Il giovane Earl Bakken nel sotterraneo della casa di famiglia.

Il giovane Earl Bakken nel sotterraneo della casa di famiglia


All'età di 9 anni, l'attrazione di Bakken per l'elettricità produsse un sistema telefonico che si estendeva dall'altra parte della strada verso la casa di un amico. In seguito, tra le sue invenzioni in gioventù, produsse anche una radio da un set di cristallo e un robot alto un metro e mezzo che poteva parlare e aprire e chiudere gli occhi.

Durante la sua cresima nel 1937, il ministro del culto disse al giovane Bakken di “utilizzare la scienza per fare del bene all'umanità,” e quel messaggio risuonò in lui per il resto della sua vita. “Compresi in seguito che era la mia vocazione spirituale,” disse Bakken nel 2008.

Earl Bakken lavorando nell'originaria Medtronic.

Earl Bakken lavorando nell'originaria Medtronic


Dopo aver servito come istruttore radar durante la Seconda Guerra Mondiale, Bakken ha conseguito la laurea in Ingegneria Elettrica presso l'Università del Minnesota.

Durante gli studi post-diploma, Bakken lavorava part-time riparando delicata attrezzatura da laboratorio del Northwestern Hospital di Minneapolis. La richiesta per questo tipo di servizio continuò a crescere e, il 29 Aprile 1949, Bakken e Hermundslie formarono una partnership commerciale chiamando la loro azienda Medtronic.

La mia soddisfazione, e la soddisfazione e il successo che credo che tantissime persone in Medtronic provino, è il successo nel vedere pazienti a cui è stata ridata la vita.

– Earl Bakken
Hunter Mauston posa con il suo pacemaker esterno

Hunter Mauston posa con il suo pacemaker esterno


L'azienda ha vissuto momenti di difficoltà ma, mentre eseguiva la manutenzione di attrezzature mediche, Bakken e Hermundslie hanno costruito relazioni con medici e strutture ospedaliere a Minneapolis. Qui è dove incontrarono C. Walton Lillehei, un giovane medico che in seguito divenne famoso come pioniere nella chirurgia a cuore aperto. A seguito di un blackout a Minneapolis e Saint Paul che causò la morte di un bambino, Lillehei chiese a Bakken di farsi venire in mente una soluzione. Lui rispose adattando un circuito descritto nel giornale Popular Electronics per creare il primo pacemaker esterno indossabile e a batteria, al posto dei pacemaker a corrente alternata in uso all'epoca.

L'originaria "Garage Gang" di Medtronic in posa di fronte alla sede operativa a Fridley, Minnesota.

La "Garage Gang"

In piedi: Dale Blosberg, Norman Hagfors, Earl Hatten. Seduti: John Bravis, Earl Bakken, Louis Leisch

Estesero i servizi ad altre forme di tecnologia medica. Poi, nel 1960, il primo pacemaker impiantabile fu impiantato su un paziente umano. Bakken e Hermundslie si accordarono per un contratto di licenza con gli inventori, fornendo alla loro piccola azienda l'esclusiva per i diritti di produzione e promozione del dispositivo, e così Medtronic decollò.

Earl Hatten fu il dipendente numero otto della piccola compagnia. “Ciò che più mi piaceva del Sig. Bakken, e ciò che credo aiutò di più Medtronic a crescere, fu la sua abilità di selezionare le persone giuste per poi lasciarle proseguire e svolgere il loro mestiere. Tanti CEO non riescono a farlo e per questa ragione le loro aziende non crescono,” disse Hatten.

Durante i decenni che seguirono, Medtronic crebbe esponenzialmente, affinando i propri dispositivi per il cuore ed espandendosi in altre aree terapeutiche come il trattamento del diabete, la chirurgia cerebrale e le terapie spinali. L'azienda a oggi impiega più di 86.000 persone in tutto il mondo.

Medtronic Operational Headquarters in Fridley, MN.Sede operativa Medtronic a Fridley, MN

Bakken ha guidato l'azienda per 40 anni, ritirandosi come Medtronic Chairman nel 1989.

“Non avevamo previsto di diventare l'azienda di dispositivi medici più grande del mondo,” disse Bakken. “Volevamo solo apportare un cambiamento positivo e duraturo nella vita dei pazienti.”

Ogni dipendente Medtronic riceve il medaglione in cui è incisa la Mission di Medtronic.

Ogni dipendente Medtronic riceve il medaglione in cui è incisa la Mission di Medtronic


Bakken ha mantenuto un rapporto stretto con l'azienda durante tutto il suo periodo di pensionamento, e la sua eredità permarrà per sempre in Medtronic e sarà per sempre parte della sua Mission.

Nel 1960, Bakken scrisse la mission di Medtronic che è rimasta intatta, parola dopo parola, da quel giorno. In una parte si legge: “Contribuire al benessere umano applicando l’ingegneria biomedica alla ricerca, alla progettazione, alla realizzazione e alla distribuzione di strumenti o dispositivi in grado di alleviare il dolore, ridare la salute e prolungare la vita.”

Earl è uno dei più grandi visionari della storia della medicina.

– Bill George
Il primo CEO di Medtronic Bill George e Earl Bakken.

Il primo CEO di Medtronic Bill George e Earl Bakken


“Earl ha sempre avuto una visione dell'assistenza sanitaria in cui non c'erano solo i dispositivi medici e i farmaci, ma soprattutto ridare pienamente la salute alle persone," disse il primo CEO di Medtronic Bill George. “E fin dall'inizio non era unicamente focalizzato sull'impianto del dispositivo, ma a realizzare il ritorno delle persone a una vita completamente attiva e ha condiviso questo punto di vista con tutti i dipendenti Medtronic attraverso la Mission. Earl è uno dei più grandi visionari della storia della medicina,” disse George.

Durante il pensionamento, Bakken trovò nuovi modi per onorare quella mission.

Earl posa al Bakken Museum.

Earl al Bakken Museum


Nel 1975, fondò il Bakken Museum, una biblioteca no-profit, museo e centro di educazione a Minneapolis. Il Bakken Museum è dedicato alla storia della elettricità e del magnetismo e del loro uso nella scienza e nella medicina.

Nel 1994, Bakken costruì una casa alle Hawaii, dove divenne Presidente del Consiglio di Amministrazione della Five Mountain Medical Community dato che sviluppò il North Hawaii Community Hospital.

Aiutò a istituire Tutu’s House, un centro di risorse per la comunità in grado di promuovere carriere, educazione e risultati di cura efficienti, e il Kohala Center, che riguarda risorse scientifiche ed educazione.

Bakken fu inoltre coinvolto in svariati progetti filantropici tra cui il Na Kalai Waa Moku O Hawaii, Amici del Futuro, e il Imiloa: Astronomy Center of Hawaii.

Un sogno lungo una vita divento per Bakken realtà nel 2013, quando il team Philanthropy di Medtronic lanciò Bakken Invitation per onorare le persone che hanno ricevuto dispositivi medici, e che hanno prodotto un impatto significativo nella vita degli altri, attraverso il supporto concreto e il volontariato. Bakken, che negli ultimi anni della sua vita divenne un paziente di dispositivi medici, con un pacemaker, stent coronarici e pompa insulinica, era orgoglioso di chiedere ai pazienti che cosa avevano deciso di fare con il dono della loro “extra life.” Ogni anno Bakken si incontrava con i vincitori. “Le loro storie sono un promemoria importante del fatto che possiamo tutti restituire qualcosa, indipendentemente dalla nostra condizione," disse dopo il meeting con loro nel 2014.

Earl poses with recipients of the Bakken Invitation in 2013.Earl con i beneficiari della Bakken Invitation nel 2013

Ogni Dicembre, i dipendenti di Medtronic si impegnano a realizzare un'altra attività che arriva da Bakken — l'employee holiday program. L'azienda invita pazienti da tutto il mondo per condividere le loro storie su come la tecnologia medica ha migliorato le loro vite. Centinaia di dipendenti riempiono l'auditorium Medtronic per l'evento, mentre migliaia di altri dipendenti lo seguono online attraverso Medtronic TV.

Ron e Judy Brown con Earl Bakken durante il suo 90esimo compleanno.

Ron e Judy Brown con Earl Bakken


Ron Brown, che ha ricevuto il suo primo pacemaker Medtronic nel 1972, era tra i primi pazienti a parlare durante il programma estivo. Ogni anno per 40 anni, Bakken lesse la lettera di Natale di Brown ai dipendenti riuniti. Brown e Bakken, paziente e inventore, divennero amici.

“Quell'uomo è stato donte di ispirazione per così tanti giovani,” disse Brown nel 2014. “Voglio dire — essere con lui è ispirante. Sai che sta pensando in continuazione e cercando di risolvere problemi. Quando si impegnò a sviluppare l'azienda, quando la fondò, il suo pensiero verso una salute migliore era sempre nella sua mente. E quella ispirazione per gli altri a sviluppare quell'idea è grande quanto ciò che ha realizzato.”

Earl con la paziente di 5 anni che ha ricevuto un pacemaker Lyla Koch nel 1984.

Earl con la paziente di 5 anni che ha ricevuto un pacemaker Lyla Koch nel 1984.


Negli ultimi anni della sua vita, a Bakken fu chiesto di riflettere sulla sua eredità. “Quando metti tutto assieme, vedi una persona completamente ristabilita – fisicamente, mentalmente, spiritualmente – grazie a ciò che abbiamo fatto per lui. Quale migliore carriera una persona potrebbe volere per sé?” disse.

Medtronic ospiterà un programma per i dipendenti per celebrare la vita e le realizzazioni di Bakken. Non è ancora stata definita la data.