Il tuo browser è obsoleto

Con un browser aggiornato, l'esperienza sul sito Web di Medtronic sarà migliore. Aggiorna il mio browser adesso.

×

Skip to main content

Guarda la video-testimonianza di Ilenia: le è stato diagnosticato un ictus acuto ed è stata sottoposta a trombectomia

Per ricevere il trattamento più efficace, è essenziale riconoscere la causa di un ictus in maniera tempestiva. Scopri di più su come agire RAPIDAMENTE

 

 

Attualmente, ogni anno in Europa 1 persona su 9 muore a causa di un ictus1

Per sopravvivere e riprendersi da un ictus, i pazienti devono ricevere tempestivamente il trattamento migliore. Ecco perché la Giornata europea di sensibilizzazione sull'ictus intende migliorare la consapevolezza, oltre che sulle cause e sui tipi di ictus, anche sui trattamenti più efficaci disponibili. È così che possiamo tutti contribuire a garantire la sopravvivenza e la ripresa da un ictus al maggior numero di persone possibile.

Cos'è un ictus? 

 

Un ictus si verifica quando un vaso sanguigno nel cervello si blocca improvvisamente per via di un coagulo (ictus ischemico) o si rompe causando sanguinamento (ictus emorragico). Ciò significa che l'afflusso di sangue si riduce, arrecando un danno alle cellule e ai tessuti cerebrali. A seconda della gravità, l'ictus può  compromettere diverse funzioni del corpo o risultare fatale.

Sono molte le ragioni per cui può verificarsi un ictus (o un mini-ictus). Sappiamo che il restringimento e l'indurimento delle arterie, causati dall'invecchiamento, da determinate condizioni mediche o dallo stile di vita, sono tra i principali fattori di rischio per l'ictus.

Image supporting ischemic stroke

Ictus ischemico

Si verifica quando nei vasi cerebrali si forma un coagulo che ostruisce il flusso di sangue e ossigeno.

Image supporting haemorrhagic stroke

Ictus emorragico

Si verifica in caso di rottura totale o parziale di un vaso sanguigno, con conseguente lesione a carico delle cellule cerebrali e gonfiore.

Image of Brain to support cryptogenic stroke

Ictus criptogenetico

La causa di questo tipo di ictus di solito non è nota.


Cosa succede quando si ha un ictus?  

 

Per sopravvivere e riprendersi da un ictus è essenziale ricevere il giusto trattamento in maniera tempestiva. Ogni minuto di ritardo può comportare una perdita stimata di 1,9 milioni di neuroni, che nel corso di un'ora senza trattamento corrispondono a circa 3,6 anni di normale invecchiamento del cervello.

Di seguito troverai i segni e i sintomi da ricercare per capire se una persona è stata colpita da un ictus e cercare di agire RAPIDAMENTE.

FAST - Step 3 Face drooping

Volto cadente

Un lato del viso pende verso il basso o è intorpidito?

Chiedi alla persona di sorridere.

FAST - Step 2 Arm weakness image

Debolezza delle braccia

Un braccio è debole o intorpidito?

Se sollevato, il braccio tende a scendere?

Chiedi alla persona di alzare e muovere entrambe le braccia.

Image of FAST - Step 3 Speech Difficulty

Difficoltà a parlare

La persona biascica? La persona non riesce a parlare o a comprendere quello che le dici?

Chiedi alla persona di ripetere una frase semplice.

FAST , Step 4 Time to call for help

È il momento di chiamare e chiedere soccorso

Se la persona mostra uno di questi sintomi,

anche se scompaiono, chiama i servizi di emergenza

e portala al più presto in ospedale.

Video sui percorsi di cura del paziente 

Se i sintomi vengono riconosciuti e se viene somministrato il trattamento più efficace in maniera tempestiva, il paziente può sopravvivere e riprendersi da un ictus.

Guarda il nostro breve video sui percorsi di cura del paziente per saperne di più. 

Rivolgiti al chirurgo o al medico per informazioni sulla trombectomia

Circa 2 pazienti su 10 colpiti da ictus3 potrebbero essere idonei alla trombectomia, un trattamento dimostratosi altamente efficace nel favorire il recupero dei pazienti.4 Pertanto, questo trattamento viene considerato uno standard di riferimento dalla European Stroke Association (ESO).4

Una meta-analisi dei cinque studi clinici di riferimento ha evidenziato che il 46% dei pazienti sottoposti a trombectomia ha ottenuto risultati soddisfacenti, compresi tempi di recupero più rapidi e una ridotta disabilità, rispetto al 26,5% sottoposto al solo trattamento medico standard.5

Per verificare se è possibile accedere a questo trattamento salvavita nel caso in cui tu o i tuoi cari siate colpiti da un ictus ischemico, rivolgiti al chirurgo o al medico per ricevere informazioni sulla trombectomia.

Alcuni ictus possono essere causati da un disturbo del ritmo cardiaco noto come "fibrillazione atriale". Il monitoraggio cardiaco a lungo termine può consentire l'identificazione di tale problema cardiaco e la prevenzione di un successivo ictus.

Bibliografia 

  1. Wilkins E, Wilson L, Wickramasinghe K, et al. European Cardiovascular Disease Statistics 2017 edition. Eur Hear Network, Brussels. 2017:192. doi:978-2-9537898-1-2
  2. Getting stroke treatments to people earlier to prevent debilitating outcomes. (2022). Disponibile su: https://ihpi.umich.edu/news/getting-stroke-treatments-people-earlier-prevent-debilitating-outcomes
  3. Papassin J, Favre-Wiki IM, Atroun T, Tahon F, Boubagra K, Rodier G, Bing F, Marcel S, Vallot C, Belle L, Hommel M, Detante O. Patient eligibility for thrombectomy after acute stroke: Northern French Alps database analysis. Rev Neurol (Paris). 2017 Apr;173(4):216-221. doi: 10.1016/j.neurol.2017.03.010. Epub 2017 Apr 1. MID: 28377089.
  4. Turc G, Bhogal P, Fischer U, Khatri P, Lobotesis K, Mazighi M, Schellinger PD, Toni D, de Vries J, White P, Fiehler J. European Stroke Organisation (ESO) - European Society for Minimally Invasive Neurological Therapy (ESMINT) Guidelines on Mechanical Thrombectomy in Acute Ischaemic StrokeEndorsed by Stroke Alliance for Europe (SAFE). Eur Stroke J. 2019 Mar;4(1):6-12. doi: 10.1177/2396987319832140. Epub 2019 Feb 26. PMID: 31165090; PMCID: PMC6533858.
  5. Goyal M, Menon BK, van Zwam WH, Dippel DW, Mitchell PJ, Demchuk AM, D valos A, Majoie CB, van der Lugt A, de Miquel MA, Donnan GA, Roos YB, Bonafe A, Jahan R, Diener HC, van den Berg LA, Levy EI, Berkhemer OA, Pereira VM, Rempel J, Mill n M, Davis SM, Roy D, Thornton J, Rom n LS, Rib M, Beumer D, Stouch B, Brown S, Campbell BC, van Oostenbrugge RJ, Saver JL, Hill MD, Jovin TG; HERMES collaborators. Endovascular thrombectomy after large-vesse ischaemic stroke: a meta-analysis of individual patient data from five randomised trials. Lancet. 2016 Apr 23;387(10029):1723-31. doi: 10.1016/S0140-6736(16)00163-X. Epub 2016 Feb 18. PMID: 26898852.
I contenuti di questa pagina sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all'altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.