Paziente che usa mycarelink

Esiti ottimali

Gestione dei pazienti a casa e fuori

LA COSTANTE CONNESSIONE CONSENTE DI OTTIMIZZARE GLI ESITI

Negli Stati Uniti,oltre 3 milioni di pazienti sono portatori di dispositivi cardiaci impiantati.
Si stima che nel 2019 verranno eseguite quasi mezzo milione di procedure con dispositivi cardiaci.2 Il monitoraggio remoto si è dimostrata una soluzione sicura e clinicamente efficace per gestire i pazienti portatori di dispositivi cardiaci.3 Non solo consente di garantire un'assistenza di qualità, ma anche di gestire in modo efficiente le risorse.4-6

Grazie al monitoraggio a distanza, l’intervento tempestivo è in grado di produrre risultati importanti per i pazienti portatori di dispositivi cardiaci, nonché di aumentare i profitti.

Lo standard di cura

Rispetto al follow-up ambulatoriale, il monitoraggio remoto significa:

ASSISTENZA OTTIMALE

  • Aumenta la compliance del paziente al follow-up 7
  • Rileva con maggiore rapidità gli eventi perseguibili dal punto di vista clinico4,8

MINORE RICORSO ALL'ASSISTENZA SANITARIA

  • Ricoveri e visite al pronto soccorso (ICD/CRT-D) ridotti9,10
  • Durata della degenza ospedaliera ridotta del 18% (ICD/CRT-D)4
  • Durata del follow-up ridotta del 58%11

AUMENTO DELLA SOPRAVVIVENZA

  • Tassi di sopravvivenza superiori del 50%12-14

SODDISFAZIONE DEI PAZIENTI

  • Migliore qualità della vita15
  • Garantisce sicurezza e tranquillità16-18

Testimonianza del personale medico

Un'infermiera specializzata nell'utilizzo dei dispositivi cardiaci parla del monitoraggio remoto

Ascoltate questa infermiera specializzata nell'utilizzo dei dispositivi cardiaci in Minnesota che descrive i vantaggi del monitoraggio remoto nell'assistenza dei suoi pazienti.
Maggiori informazioni Less information (see less)

“Il monitoraggio a distanza ha rivoluzionato le nostre vite. È in grado di garantire l’equilibrio tra la vita professionale e la vita privata, senza dove ricorrere a mobilità del personale; ci consente di gestire meglio la nostra struttura sanitaria e fornisce informazioni utili sul dispositivo al personale medico in modo tempestivo, in modo da poter avere maggiore cura dei nostri pazienti. Il monitoraggio a distanza è il modo concreto in cui svolgiamo il nostro lavoro”*.

Laura Van Heel
Infermiera specializzata nell'utilizzo di dispositivi cardiaci
CentraCare Health System

*

Questa è l'esperienza di un professionista. I risultati possono variare.

1

Buch E, Boyle NG, Belott PH. Pacemaker and defibrillator lead extraction. Circulation. March 22, 2011;123(11):e378-e380.

2

MedTech Insight/US Markets for Cardiac Rhythm Management. February 2015.

3

Roka A, Schoenfeld MH. Remote Monitoring of Cardiac Implantable Electronic Devices. Innovations in Cardiac Rhythm Management. July 2011;381-393.

4

Crossley GH, Boyle A, Vitense H, Chang Y, Mead RH, and the CONNECT Investigators. The CONNECT (Clinical Evaluation of Remote Notification to Reduce Time to Clinical Decision) trial; the value of wireless remote monitoring with automatic clinician alerts. J AM Coll Cardiol. March 8, 2011;57(10):1181-1189.

5

Wilkoff BL. Pacemakers remote follow-up evaluation and review: results of the PREFER trial. Late-breaking clinical trial session. Presented at HRS May 15, 2008.

6

Cronin EM, Ching EA, Varma N, et al. Remote monitoring of cardiovascular devices: a time and activity analysis. Heart Rhythm. December 2012;9(12):1947-1951. 

7

TRUST Investigators. Efficacy and safety of automatic remote monitoring for implantable cardioverter-defibrillator follow-up: the Lumos-T Safely Reduces Routine Office Device Follow-up (TRUST) trial. Circulation. July 27, 2010;122(4):325-332.

8

Chen J, Wilkoff BL, Choucair W, et al. Design of the Pacemaker REmote Follow-up Evaluation and Review (PREFER) trial to assess the clinical value of the remote pacemaker interrogation in the management of pacemaker patients. http://www.trialsjournal.com/content/9/1/18. April 3, 2008.

9

Small R, Tang W, Wickemeyer W, et al. Managing Heart Failure Patients with Intra-Thoracic Impedance Monitoring: A Multi-Center US Evaluation (OFISSER). J Card Fail.August 2007;13(6); Supp 2;S113-S114.

10

Landolina M, Perego GB, Lunati M, et al. Remote monitoring reduces healthcare use and improves quality of care in heart failure patients with implantable defibrillators: the evolution of management strategies of heart failure patients with implantable defibrillators (EVOLVO) study. Circulation. June 19, 2012;125(24):2985-2992.

11

Cronin EM, Ching EA, Varma N, Martin DO, Wilkoff BL, Lindsay BD. Remote monitoring of cardiovascular devices: a time and activity analysis. Heart Rhythm. December 2012;9(12):1947-1951.

12

Saxon LA, Hayes DL, Gilliam FR, et al. Long-Term Outcome after ICD and CRT Implantation and Influence of Remote Device Follow-Up: The ALTITUDE Survival Study. Circulation. December 7, 2010;122(23):2359-2367.

13

Mittal S, Piccini JP, Fischer A, et al. Increased Adherence to Remote Monitoring is Associated with Reduced Mortality in Both Pacemaker and Defibrillator Patients. Presented at HRS 2014. LB01-05.

14

Akar JG, Bao H, Jones P, et al. Use of Remote Monitoring is Associated with Improved Outcomes of Patients with Implanted Cardiac Defibrillators Patient RElated Determinants of ICD Remote Monitoring (PREDICt RM) study. Presented at HRS 2014. LB03-03.

15

Landolina M, Perego GB, Lunati M, et al. Remote monitoring reduces healthcare use and improves quality of care in heart failure patients with implantable defibrillators: the evolution of management strategies of heart failure patients with implantable defibrillators (EVOLVO) study. Circulation. martedì 19 giugno 2012;125(24):2985-2992.

16

Marzegalli M, Lunati M, Landolina M, Remote Monitoring of CRT-ICD: The Multicenter Italian CareLink Evaluation – Ease of Use, Acceptance, and Organizational Implications. Pacing Clin Electrophysiol. October 2008;31(10):1259-1264.

17

Petersen HH, Larsen MC, Nielsen OW, Kensing F, Svendsen JH. Patient satisfaction and suggestions for improvement of remote ICD monitoring.J Interv Card Electrophysiol. September 2012; 34(3):317-324.

18

Ricci RP, Vicentini A, D’Onofrio A, et al. Impact of in-clinic follow-up visits in patients with implantable cardioverter defibrillators: demographic and socioeconomic analysis of the TARIFF study population. J Interv Card Electrophysiol. November 2013;38(2):101-106.

Nonostante le ragionevoli precauzioni prese nella redazione della presente pagina, Medtronic non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni, né per gli usi dei materiali ivi contenuti o le decisioni basate su tali usi. La presente pagina non contiene tutte le informazioni necessarie per una cura e un trattamento completo del paziente. Per tali ragioni, nessun soggetto può affidarsi alle informazioni ivi presentate per l'elaborazione di un programma di trattamento completo o per la terapia del paziente. Non vengono fornite garanzie, espresse o implicite, per quanto riguarda i contenuti della presente pagina o la relativa applicabilità a pazienti o circostanze specifiche. Per un elenco completo di indicazioni, controindicazioni, avvertenze e precauzioni dei dispositivi citati, si prega di consultare le istruzioni per l’uso dei singoli dispositivi. Medtronic non può essere ritenuta responsabile in alcun modo per danni dovuti all'utilizzo o alla interpretazione non corretta dei contenuti della presente pagina.