TRATTAMENTO DELLA DISFAGIA TEST E TRATTAMENTO PER IL REFLUSSO

Il trattamento per la disfagia varia a seconda della causa che la determina. Scopri di più sulle opzioni disponibili.

GESTIONE DEI SINTOMI DELLA DISFAGIA

Il trattamento per la disfagia varia a seconda della causa alla base dei problemi di deglutizione. Per la disfagia causata dalla malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) o esofago di Barrett, il trattamento tende a incentrarsi sul controllo dei sintomi della GERD parallelamente alla gestione dei sintomi della disfagia.

La disfagia è una condizione che può spaventare, ma non necessariamente cronica. In caso di difficoltà a deglutire, è importante rivolgersi al medico il prima possibile per vagliare le opzioni terapeutiche.

La disfagia può rendere difficile mantenere livelli nutrizionali e di idratazione adeguati e può anche indicare una condizione sottostante più grave, come l'esofago di Barrett. Altri rischi associati alla disfagia comprendono un aumento del rischio di infezioni polmonari, difficoltà di aspirazione e polmonite.1

Donna stesa a letto con smorfia di dolore e una mano alla gola. L'uomo accanto a lei dorme.

CAMBIAMENTI NELLO STILE DI VITA

I cambiamenti nello stile di vita sono spesso prescritti per una diagnosi di disfagia causata dalla GERD, in quanto possono ridurne i sintomi e rendere più difficoltosa l'alimentazione e la deglutizione.

I cambiamenti nello stile di vita consigliati per la disfagia includono:

  • Eliminare alcol e nicotina
  • Consumare pasti più frequenti e di porzioni ridotte invece di tre pasti abbondanti
  • Seguire una dieta a base di alimenti morbidi o liquidi
  • Evitare cibi appiccicosi come marmellata o burro di arachidi
  • Tagliare gli alimenti in pezzi più piccoli

Le difficoltà nella deglutizione possono interferire con la capacità di soddisfare il fabbisogno nutrizionale quotidiano o di mantenere un peso forma. È consigliabile parlare delle proprie esigenze nutrizionali con il medico per assicurarsi di rimanere in salute durante il trattamento della disfagia.

TRATTAMENTI PER LA DISFAGIA

Qualora venga rilevato nell'esofago un accumulo di tessuto cicatriziale dovuto alla GERD che causa difficoltà nella deglutizione, il medico potrebbe raccomandare la dilatazione esofagea. In questa procedura, viene inserito nell'esofago un endoscopio a cui è collegato un piccolo palloncino. Il palloncino viene gonfiato per tendere delicatamente l'esofago.

Esistono anche altre procedure endoscopiche atte a rafforzare lo sfintere esofageo inferiore (LES) che separa lo stomaco dall'esofago. Il rafforzamento del LES riduce le probabilità di reflusso degli acidi nella gola. In rari casi, è possibile rimuovere parti dell'esofago gravemente compromesso.

Per i casi gravi di disfagia che non rispondono ai cambiamenti nello stile di vita, può essere necessario un intervento chirurgico. Alcuni interventi chirurgici realizzati per il trattamento della GERD possono migliorare o persino eliminare i sintomi della disfagia.

I contenuti di questa pagina sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all'altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.

 

1

Nazarko L. The clinical management of dysphagia in primary care. British Journal of Community Nursing. 2008;13(6):258-264.