Tremore essenziale

Tremore essenziale La vostra salute

Opzioni terapeutiche

Opzioni di trattamento per il tremore essenziale

Sebbene non esista alcuna cura per il tremore essenziale, sono disponibili diverse opzioni di trattamento.

Terapie farmacologiche

La maggior parte delle persone affette da tremore essenziale trae beneficio dalla farmacoterapia. L'approccio al trattamento deve essere bilanciato e deve tenere in considerazione l'anamnesi del paziente, la risposta a trattamenti precedenti, malattie concomitanti e altri fattori. La scelta del trattamento farmacologico si basa sulla valutazione dei benefici e degli effetti collaterali dei diversi farmaci.1


Talamotomia

Intervento neurochirurgico che consiste nel praticare una lesione (distruzione controllata del tessuto cerebrale) nell'area del cervello all'origine dei tremori. La talamotomia si è dimostrata efficace nel ridurre il tremore in alcuni soggetti. Tra le potenziali complicanze rientrano problemi al linguaggio, all'equilibrio e intorpidimento.


Stimolazione cerebrale profonda (DBS) per il controllo del tremore essenziale

La terapia di DBS per il tremore essenziale è un trattamento chirurgico in grado di ridurre l'intensità del tremore a braccia e mani associato alla patologia.2

Il trattamento utilizza un dispositivo medico impiantato chirurgicamente, simile a un pacemaker, per inviare la stimolazione elettrica a determinate aree del cervello. La stimolazione blocca i messaggi del cervello che provocano i sintomi del tremore essenziale.


Bibliografia

1

Approaches to Treatment. Disponibile all'indirizzo: www.wemove.org. Accesso martedì 15 luglio 2008.

2

Schuurman PR, Bosch DA, Bossuyt PMM, et al. A comparison of continuous thalamic stimulation and thalamotomy for suppression of severe tremor. N Engl J Med. 2000;342:461-468.


I contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all'altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.