Donna con camicetta celeste

PROCEDURA A CUORE BATTENTE IN ASSISTENZA LA PROCEDURA GIUSTA PER
IL PAZIENTE GIUSTO

A sostegno della scelta delle terapie chirurgiche per i pazienti affetti da coronaropatia (Coronary Artery Disease, CAD).

LA PROCEDURA A CUORE BATTENTE IN ASSISTENZA PUÒ DETERMINARE ESITI MIGLIORI PER IL PAZIENTE1-4

Siete alla ricerca di risultati migliori? Prendete in considerazione la procedura a cuore battente in assistenza (Pump-Assisted Beating Heart, PABH) come opzione per i pazienti coronarici. La PABH prevede l'uso di un bypass cardiopolmonare, senza arresto cardiaco o clampaggio dell'aorta per fornire un supporto emodinamico durante una procedura a cuore battente.

Vantaggi clinici

La tecnica di CABG a cuore battente in assistenza può offrire risultati migliori con pazienti specifici. I dati di diversi studi clinici supportano questi esiti migliori.

  • Riduzione fino al 50% della durata media della degenza ospedaliera e della degenza in UTI per i pazienti con FE bassa1
  • Riduzione fino al 40% di un tempo di ventilazione prolungato nei pazienti ad alto rischio2
  • Riduzione della perdita ematica intraoperatoria complessiva3
  • Riduzione fino a cinque volte dell'inserimento di un nuovo contropulsatore aortico (Intra-Aortic Balloon Counterpulsation, IABP) per i pazienti con FE bassa1
  • Riduzione del tempo di clampaggio4

Criteri per la selezione dei pazienti4

Sebbene le procedure a cuore battente in assistenza possano essere ampiamente utilizzate, le evidenze cliniche presentano esiti superiori per:

  • Insufficienza renale
  • Pazienti ad alto rischio
  • Pazienti con disfunzione ventricolare sinistra

Le nostre tecnologie consentono la visualizzazione diretta

Da quando, oltre 20 anni fa, abbiamo introdotto gli stabilizzatori tissutali Octopus™ per OPCAB, è cambiato il modo in cui i cardiochirurghi possono eseguire gli interventi a cuore battente. Per la prima volta, il tessuto epicardico poteva essere stabilizzato utilizzando una tecnologia che sfrutta il vuoto per completare le anastomosi. Ora gli stabilizzatori tissutali sono considerati la norma per le terapie a cuore battente e possono essere abbinati al bypass cardiopolmonare per fornire un supporto ulteriore al paziente durante le procedure di cardiochirurgia.1

Immagine anteriore del dispositivo Octopus

Placement of Devices

Lo stabilizzatore tissutale Octopus Nuvo di Medtronic

The Medtronic Octopus Nuvo Tissue Stabilizer

Continuiamo a offrire tecnologie innovative per l'esecuzione delle procedure PABH. Gli stabilizzatori tissutali Octopus, i posizionatori cardiaci Starfish™, il sistema di divaricatori Octobase™ o ThoraTrak™ per procedure mini-invasive, insieme alle nostre cannule e alle tecnologie di perfusione, sono solo alcune delle opzioni che offriamo per consentire l'esecuzione di procedure a cuore battente in assistenza. Per maggiori informazioni, consultare la nostra Guida alle terapie e alle tecnologie.

Nuovi modi di lavorare insieme

Attualmente, le procedure cardiochirurgiche a cuore battente in assistenza stanno diventando sempre più diffuse. Al variare della popolazione di pazienti, anche le esigenze del cardiochirurgo sono diverse. Questo è il motivo per cui Medtronic si impegna a sostenere la cardiochirurgia a cuore battente. Insieme, con le vostre conoscenze qualificate e le nostre tecnologie abilitanti, siamo in grado di offrire le terapie giuste ad ogni singolo paziente affetto da coronaropatia (CAD).

1

Erkut B, Dag O, Kaygin MA, et al. On-pump beating-heart versus conventional coronary artery bypass grafting for revascularization in patients with severe left outcomes. Can J Surg. December 2013;56(6):398-404.

2

Afrasiabirad  A. Safale N, Montazergaem H. On-pump beating heart coronary artery bypass in high risk coronary patients. Iran J Med Sci. January 2015; 40(1): 40-44.

3

Chaudhry UA, Harling L, Sepehripour AH, et al. Beating-heart versus conventional on-pump coronary artery bypass grafting: A meta-analysis of clinical outcomes. Ann Thorac Surg. December 2015;100(6):2251-2260

4

Al-Sarraf N, Thalib L, Hughes A, et al. Cross-clamp time is an independent predictor of mortality and morbidity in low-and high-risk cardiac patients. Int J Surg. 2011;9(1):104-109.

Nonostante le ragionevoli precauzioni prese nella redazione della presente pagina, Medtronic non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni, né per gli usi dei materiali ivi contenuti o le decisioni basate su tali usi. La presente pagina non contiene tutte le informazioni necessarie per una cura e un trattamento completo del paziente. Per tali ragioni, nessun soggetto può affidarsi alle informazioni ivi presentate per l'elaborazione di un programma di trattamento completo o per la terapia del paziente. Non vengono fornite garanzie, espresse o implicite, per quanto riguarda i contenuti della presente pagina o la relativa applicabilità a pazienti o circostanze specifiche. Per un elenco completo di indicazioni, controindicazioni, avvertenze e precauzioni dei dispositivi citati, si prega di consultare le istruzioni per l’uso dei singoli dispositivi. Medtronic non può essere ritenuta responsabile in alcun modo per danni dovuti all'utilizzo o alla interpretazione non corretta dei contenuti della presente pagina.